Esperienza sensoriale sublime

- -

COMMENTO DI ALESSANDRO SARTORI - SCRITTO IL 27/02/2014

Ambiente semplice ma caldo e accogliente. Una volta era un pub. Servizio impeccabile ma non ingessato. Cucina del territorio rivisitata con grande sapienza. Al nostro arrivo ci viene offerto un prosecco Giustino b di Ruggeri ad accompagnare il benvenuto della cucina e un cesto di pani che meritano citazione perché veramente ben fatti. Abbiamo preso ravioli di latte affumicato sulla brace del fieno e tortelli di polenta in brodo di abete funghi e stracciatella. Il tutto accompagnato da due calici di creara di Cavazza. Poi sella di cervo con resina di ginepro e stufato di licheni e cavolo rosso accompagnato da un calice di taglio bordolese san Leonardo. Coda di bue stufata con un calice di paezza col dovigo. Dessert: mia moglie prende uno strudel. Normale? No! È una composta di mele pinoli ed uvetta sovrastata da una sfoglia caramellata su cui è adagiata una crema di mascarpone alla vaniglia. Io lascio scegliere il mio dessert al competente sommelier di cui ho deciso di fidarmi e lui per ricambiare la fiducia offre a mia moglie un vin santo di Cavazza per lo strudel e a me un genepi per accompagnare un... sorbetto al mugolio (olio ricavato dal pino mugo) orzo tostato uovo sucamara e fran-frik; mai fiducia fu più ben riposta. Che strepitoso dessert! Conto finale 138€. Prezzo assolutamente adeguato alla elevata qualità della esperienza offerta. Con tessera 70€... un regalo!! In effetti hanno scontato oltre il dovuto. Bravissimi e pure signori! Devo aggiungere qualcosa?

LE VOTAZIONI DI Alessandro

  • QUALITÀ E CURA DEI PIATTI 5 / 5.0
  • LIVELLO DEL SERVIZIO 5 / 5.0
  • AMBIENTE E SALA 4 / 5.0
  • QUALITÀ / PREZZO 5 / 5.0

ALTRI COMMENTI DI ALESSANDRO